Progettazione di impianti termici: i passaggi chiave e gli adempimenti normativi

Progettazione di impianti termici

Progettare in maniera ottimale un impianto termico non è certamente un’attività banale, in quanto richiede di valutare e sintetizzare molteplici fattori tecnici e normativi. Già a partire dalla progettazione di impianti termici è infatti necessario tenere in considerazione aspetti come la tipologia di edificio, i fabbisogni energetici, le caratteristiche prestazionali richieste, il rispetto delle normative vigenti.

 

A ciò si aggiungono tutte le componenti tecniche da selezionare, dimensionare e coordinare: dai generatori di calore ai sistemi di emissione, dai dissipatori alle pompe, dai dispositivi di regolazione alle apparecchiature ausiliarie.

 

Data la complessità dell’attività progettuale e la necessità di operare in linea con gli standard di settore, il consiglio è certamente quello di affidare sempre la Progettazione di impianti termici a figure altamente specializzate come il termotecnico.

 

Solo un professionista con laurea o diploma ad hoc ed esperienza pluriennale sarà in grado di valutare nel modo migliore tutti gli aspetti coinvolti, realizzando un impianto sicuro, efficiente e a norma. Una progettazione precisa e approfondita da parte di un termotecnico è dunque la scelta ottimale per risolvere ogni esigenza legata al comfort abitativo.

 

Progettazione di impianti termici: Dallo studio preliminare alla scelta delle apparecchiature

La corretta progettazione di impianti termici riveste un ruolo di primaria importanza per garantire il comfort abitativo degli edifici nel rispetto della normativa vigente. Già in fase preliminare di progettazione termotecnica è necessario valutare aspetti come i fabbisogni termici dell’immobile, la zona climatica, l’esposizione al sole e i dissipatori di calore presenti, al fine di dimensionare adeguatamente l’impianto.

 

Successivamente ha inizio la progettazione vera e propria, che prevede la scelta del tipo di generatore e la modalità di distribuzione del calore/freddo negli ambienti attraverso i vari elementi terminali.

 

In base ai dati emersi dalla Progettazione termotecnica, il progettista procede quindi alla definizione del tracciato della rete di distribuzione, delle apparecchiature specifiche da installare e dei dispositivi di regolazione e sicurezza. Una volta ottenuta l’approvazione del progetto, si passa all’installazione dell’impianto termico adeguatamente dimensionato e conforme alle norme UNI per garantire massima efficienza ed elevati standard prestazionali.

 

Progettazione impianti termici: Normative e certificazioni

La corretta progettazione e installazione di impianti termici richiede il rispetto di rigide normative al fine di garantire la sicurezza, l’efficienza e la durabilità nel tempo. Tra i principali riferimenti normativi ricordiamo il D.Lgs. 192/2005 che ha recepito la Direttiva Europea 2002/91/CE sulla prestazione energetica in edilizia, fissando severi requisiti per impianti di riscaldamento, climatizzazione e produzione di ACS.

 

Inoltre, il DPR 412/1993 regola le norme tecniche di installazione degli impianti termici, stabilendo severi criteri di progettazione, realizzazione, esercizio e manutenzione da rispettare. Importante è poi la UNI 10389 che descrive le caratteristiche che devono avere le componenti principali come caldaie, generatori, canali frigoriferi e sistemi di regolazione.

 

Nel dettaglio, riguardo le caldaie stabilisce parametri come la potenza termica nominale, il rendimento, le emissioni inquinanti, la durata delle parti in pressione. Vengono approfonditi anche i requisiti dei bruciatori e dei sistemi di controllo/regolazione. Per quanto concerne le pompe di calore e i climatizzatori, la norma si sofferma su caratteristiche come la potenza frigorifera o di riscaldamento, il coefficiente di performance nelle varie condizioni operative e i limiti acustici.

 

I canali e le condotte per fluidi termici devono soddisfare prescrizioni riguardanti materiali, coibentazione, resistenza meccanica e alle alte temperature. Vengono inoltre descritti nel dettaglio i parametri e le caratteristiche di funzionamento dei sistemi di regolazione e controllo di caldaie, pompe di calore, valvole termostatiche, contabilizzatori di calore, sistemi di telecontrollo e automatismi. Il rispetto di tali rigorosi standard è indispensabile per realizzare impianti sicuri, durevoli e prestazionalmente affidabili nel tempo.

 

Il termotecnico Bologna che si occupa della progettazione e certificazione a norma degli impianti deve essere abilitato ai sensi del DPR 146/2018. Al termine dei lavori è inoltre necessaria l’attestazione di conformità e la certificazione di prestazione energetica, rilasciata da tecnici qualificati, per garantire il rispetto delle stringenti normative vigenti.