Miglior isolante termico per pareti interne: materiali a confronto e consigli

Miglior isolante termico per pareti interne

Nell’attuale scenario, sono molti coloro che si interrogano su quale possa essere il miglior isolante termico per le pareti interne, dato il gran numero di soluzioni presenti sul mercato, caratterizzate da proprietà e prestazioni differenti.

 

Di fronte a una simile gamma di prodotti, il rischio di scelte non ottimali è concreto, specialmente per chi non possiede adeguate competenze termotecniche. Infatti, individuare il materiale isolante più idoneo alle singole esigenze progettuali e abitative implica conoscere nel dettaglio fattori quali la tipologia costruttiva dell’edificio, il clima, il sistema di riscaldamento casa.

 

Proprio in tale contesto, appare opportuno affidarsi alla consulenza di un termotecnico Prato esperto. Solo un professionista è infatti in grado di valutare nel modo più appropriato tutte le variabili in gioco e consigliare, di conseguenza, la soluzione isolante ottimale per garantire il massimo comfort abitativo con i minori consumi energetici.

 

Il fai da te, d’altra parte, potrebbe comportare l’adozione di sistemi non adeguatamente rispondenti alle reali esigenze di isolamento termico. Si rischierebbe, in tal modo, di vanificare l’intervento o addirittura di compromettere la funzionalità dell’involucro edilizio e l’efficienza del riscaldamento casa.

 

Pertanto, la decisione più saggia per individuare il miglior isolante termico per pareti interne rimane quella di affidarsi alle competenze di un termotecnico qualificato.

 

Miglior isolante termico per pareti interne: I materiali in commercio

I materiali in commercio utilizzabili come isolanti termici per le pareti interne possono essere classificati in base alla loro capacità di garantire prestazioni termotecniche ottimali a parità di spessore.

 

Generalmente per l’isolamento a cappotto di pareti perimetrali un termotecnico Verona esperto considera il polistirene espanso (EPS), sia nella versione sferoidale che nella versione pannelli, il miglior isolante termico per pareti interne. L’EPS è un materiale leggero, flessibile e dalle eccellenti proprietà isolanti: presenta una conduttività termica dichiarata di 0,035 W/mK che lo qualifica come uno tra i materiali con la migliore resistenza al passaggio del calore. L’EPS inoltre presenta ottime prestazioni in termini di resistenza meccanica, inalterabilità nel tempo e reazione al fuoco.

 

Altri isolanti molto usati sono il polistirene estruso (XPS), con conduttività termica di 0,034 W/mK, e il poliuretano espanso (PU), di cui esistono varianti con conduttività anche inferiore a 0,022 W/mK. Quest’ultimo è considerato il miglior isolante termico per pareti interne in assoluto grazie alle sue elevatissime prestazioni termotecniche, frutto della microcellula chiusa che impedisce qualsiasi scambio gassoso attraverso il materiale. Tuttavia è anche il più costoso.

 

Meno performanti ma più economici sono i pannelli di lana di legno o di lana di roccia. Questi materiali, pur avendo il vantaggio di essere idrorepellenti e inalterabili nel tempo, presentano conduttività termiche dell’ordine di 0,04-0,045 W/mK.

 

Quindi, il miglior compromesso tra prestazioni termotecniche, versatilità e costi contenuti, rende il polistirene espanso sferoidale o a pannelli il miglior isolante termico per pareti interne da considerare per la maggior parte degli interventi di coibentazione a cappotto.

 

Qual è il miglior isolante termico per pareti interne? Il consiglio del termotecnico

Nel fornire indicazioni per l’individuazione del miglior isolante termico per le pareti interne, un termotecnico Bologna sottolinea come la scelta debba privilegiare i materiali in grado di garantire le più elevate prestazioni termotecniche.

 

Per isolamento termico delle pareti perimetrali, il termotecnico ritiene che il miglior isolante sia il polistirene espanso, nelle versioni sferoidale e a pannelli. Questo materiale, infatti, esibisce un’eccellente conduttività termica di 0,035 W/mK, che ne qualifica il polistirene espanso come uno tra gli isolanti aventi la migliore resistenza al passaggio del calore. Inoltre il polistirene espanso fornisce ottime prestazioni termotecniche in termini di resistenza meccanica, stabilità dimensionale e scarsa infiammabilità.

 

Il termotecnico indica come ulteriori opportune soluzioni il polistirene estruso e il poliuretano espanso. Quest’ultimo in particolare, grazie alla specifica struttura cellulare micro-chiusa che impedisce ogni scambio gassoso, risulta il miglior isolante termico per pareti interne in assoluto. Tuttavia, il suo costo risulta più elevato.

 

Per quanto meno performanti dal punto di vista termotecnico, il termotecnico considera comunque adeguati i pannelli di lana di legno o di lana di roccia, che presentano un’idrorepellenza e inalterabilità nel tempo.

 

Pertanto, il miglior compromesso tra prestazioni termotecniche, versatilità applicativa ed economicità rende il polistirene espanso sferoidale o a pannelli il miglior isolante termico per pareti interne da considerare nella maggior parte degli interventi di coibentazione a cappotto.