Microventilazione infissi: dalla teoria alla pratica

Microventilazione infissi

Il ruolo della microventilazione infissi viene spesso sottovalutato, nonostante incida in maniera significativa sulla qualità dell’aria e sul comfort negli ambienti interni.

 

Uno studio condotto da un ente di certificazione energetica ha rilevato che la corretta microventilazione degli infissi consente di rinnovare l’aria degli ambienti domestici fino a 6 volte più velocemente rispetto alle normali infiltrazioni. Ciò permette di abbattere in maniera importante la presenza di umidità, composti organici volatili e altri inquinanti che possono compromettere le condizioni di salubrità indoor.

 

I vantaggi della microventilazione infissi non riguardano solo l’aspetto qualitativo dell’aria, ma incidono in modo sostanziale anche sul benessere percepito dagli occupanti. La possibilità di favorire il naturale ricambio dell’aria senza correnti dirette mantiene gli ambienti privi di odori sgradevoli, conservando una gradevole sensazione di freschezza e garantendo livelli ottimali di comfort abitativo. Per queste ragioni risulta fondamentale scegliere infissi che integrino idonei dispositivi di microventilazione certificata.

 

Microventilazione infissi: Principio di base, componenti e meccanismo di aerazione continua

La microventilazione infissi è un sistema che permette di ventilare l’ambiente in modo continuo e controllato. Si basa sul principio di scambio d’aria attraverso microfori appositamente realizzati negli infissi.

 

I componenti fondamentali della microventilazione sono gli infissi finestra e le relative prese d’aria. Gli infissi sono costruiti con profili speciali che presentano microfori passanti, generalmente con diametro compreso tra 2-5 millimetri, posizionati in prossimità della guarnizione perimetrale. Le prese d’aria vengono inserite negli alloggiamenti ricavati nel telaio o nell’anta e sono munite di lamelle orientabili che permettono di regolare flusso d’aria in ingresso e uscita.

 

Il meccanismo di aerazione continua sfrutta la differenza di pressione che si crea tra l’ambiente interno ed esterno dell’edificio. I microfori consentono lo scambio dell’aria viziata con quella esterna in modo naturale e senza l’ausilio di alimentatori elettrici. L’aria esterna entra dai microfori inferiori per poi fuoriuscire da quelli superiori, realizzando così un flusso laminare costante grazie anche all’azione delle prese d’aria. In questo modo è possibile ventilare l’ambiente in maniera agevole, silenziosa e senza correnti d’aria, rinnovando l’atmosfera interna.

 

La microventilazione infissi rappresenta quindi una valida soluzione per garantire il ricambio dell’aria indoor nel rispetto del comfort abitativo e contenendo i consumi energetici, in quanto non sono necessari sistemi meccanici di ventilazione forzata. Per il giusto dimensionamento e funzionamento del sistema sono comunque necessarie una progettazione accurata e precise configurazioni costruttive.

 

Microventilazione: qualità dell’aria, risparmio e comfort

La microventilazione degli infissi presenta numerosi vantaggi rispetto ai tradizionali sistemi di aerazione, per quanto riguarda la qualità dell’aria indoor, il risparmio energetico e il comfort abitativo.

 

Dal punto di vista qualitativo, la microventilazione consente un ricambio continuo e naturale dell’aria, riducendo l’accumulo di umidità e agenti inquinanti come polveri, formaldeide e composti organici volatili. Ciò migliora sensibilmente il comfort microclimatico degli ambienti. Rispetto ai sistemi di aerazione meccanica, non sussistono rischi di malfunzionamento o di diffusione di agenti patogeni, grazie al ricambio graduale e senza correnti d’aria garantito dai microfori.

 

In termini di efficienza e risparmio, la microventilazione evita l’impiego di dispositivi elettrici come ventilconvettori o impianti centralizzati, azzerando i consumi per il ricambio dell’aria. Inoltre riduce le dispersioni termiche dovute al ricambio, dato che l’entrata e l’uscita dell’aria avvengono attraverso profili coibentati. Secondo una stima di un tecnico termotecnico Treviso, si può arrivare a risparmiare fino al 20% dei consumi per il riscaldamento invernale.

 

Da non sottovalutare anche il beneficio in termini di comfort, grazie alla ventilazione silenziosa, priva di correnti d’aria e regolabile secondo le specifiche esigenze. Gli ambienti risultano sempre salubri e privi di odori sgradevoli, migliorando la percezione di benessere abitativo.

 

Pertanto la microventilazione infissi si propone come soluzione ottimale per coniugare efficientamento, risparmio e comfort abitativo attraverso la gestione naturale del ricambio d’aria.