Efficientamento energetico casa: la visione progettuale del termotecnico tra involucro e impianti

Efficientamento energetico casa

Oggigiorno l’efficientamento energetico casa merita un’attenzione sempre maggiore, in funzione soprattutto della normativa vigente in termini di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Tuttavia, la progettazione di un intervento di efficienza risulta spesso più complessa di quanto possa apparire, data la molteplicità di fattori da prendere in considerazione.

 

Infatti, ottenere un ottimale efficientamento energetico casa richiede una valutazione approfondita delle caratteristiche costruttive dell’edificio, della zona climatica, dell’esposizione, dell’utilizzo degli ambienti, oltre che della possibilità di installare impianti innovativi. Soltanto una progettazione globale e sinergica di involucro e impianti può portare agli effettivi risultati attesi.

 

Non è raro che interventi non adeguatamente studiati si rivelino controproducenti o non massimizzino i vantaggi energetici ed economici. Per questi motivi, è consigliabile affidarsi a tecnici esperti nella consulenza efficienza energetica, in grado di valutare e sintetizzare tutte le componenti in gioco e predisporre il progetto migliore. Solo evitando improvvisazioni e affidandosi a figure professionali quali l’energy manager, è possibile ottenere la perfetta ottimizzazione dei consumi.

 

Efficientamento energetico casa: Gli interventi sugli involucri      

L’efficientamento energetico casa riguarda fondamentalmente due aspetti strettamente correlati tra loro: l’involucro edilizio e gli impianti. Il termotecnico Bologna, quando progetta un intervento di riqualificazione energetica di un edificio residenziale, deve necessariamente operare una visione d’insieme che tenga in giusta considerazione sia la componente involucro che quella impiantistica.

Per quanto riguarda gli interventi sugli involucri, si può affermare che una casa ben coibentata e priva di dispersioni termiche è la base imprescindibile per realizzare quell’efficientamento energetico casa che oggi è diventato obbligo di legge. È infatti fondamentale ridurre al minimo le dispersioni di calore attraverso pareti, finestre, tetto e pavimento verso terra.

La scelta dei materiali isolanti più idonei da utilizzare deve avvenire sulla base di precisi calcoli termoigrometrici che tengano conto della zona climatica, dell’esposizione, dell’epoca di costruzione dell’edificio e delle tecniche costruttive adottate. Per le pareti esterne si preferiscono solitamente materiali isolanti a cellula chiusa come il polistirene espanso, il poliuretano espanso o lana di roccia, mentre per coperture e pavimenti si possono usare efficacemente anche materiali a maggiore inerzia termica come il calcestruzzo cellulare o il calcestruzzo de-gasificato.

Le finestre, sono elementi costruttivi che se non correttamente sostituiti possono vanificare gli sforzi fatti per isolare il resto dell’involucro: è essenziale optare per serramenti a elevate prestazioni con vetri doppi o tripli con camera di aria a bassa emissività.

 

Casa efficienza energetica: Soluzioni impiantistiche

Dopo aver progettato gli interventi sugli involucri, il termotecnico si concentra sulla componente impiantistica, altro aspetto essenziale per raggiungere un significativo efficientamento energetico casa.

 

Gli impianti di riscaldamento e produzione di ACS tradizionali vanno necessariamente sostituiti con tecnologie più performanti atte a contenere i consumi. Per il riscaldamento la scelta ricade generalmente su pompe di calore ad alta efficienza o caldaie a condensazione alimentate preferibilmente da fonti rinnovabili. Per la produzione di acqua calda sanitaria si opta invece per scaldacqua elettrici o a pompa di calore integrati con impianto fotovoltaico.

 

Fondamentale è prevedere la termoregolazione di tutti gli impianti mediante l’installazione di valvole termostatiche, cronotermostati, contabilizzatori di calore e sistemi di telecontrollo da remoto. Grazie a queste componenti è possibile gestire in modo ottimale i consumi termici e regolare le temperature nelle singole zone dell’abitazione.

 

Particolare attenzione merita infine la ventilazione meccanica controllata, intervento che il termotecnico Venezia propone sistematicamente per assicurare il ricambio d’aria negli ambienti in modo filtrato ed efficiente dal punto di vista energetico. Una corretta ventilazione, infatti, è condizione necessaria per conseguire un complessivo miglioramento del comfort e una significativa riduzione dei consumi annui di combustibile per il riscaldamento.